In evidenza

L’Associazione italiana per la ricerca industriale è stata fondata nel 1974 e oggi rappresenta 73 tra aziende, organizzazioni di imprese, enti di ricerca pubblici e privati, società di consulenza.

Airi porta all’attenzione pubblica le istanze associative, per un sostegno più adeguato agli impegni della ricerca industriale italiana, sostenuta dal sistema delle associazioni di categoria, consorzi, distretti e poli, parchi scientifici. L’associazione ha inoltre esteso il suo campo di azione all’ecosistema dell’innovazione tecnologica, con un’attenzione crescente al trasferimento tecnologico, all’education, al territorio, in particolare al tessuto delle piccole e medie imprese e start up innovative.

Le attività
di Airi

Tecnologie Prioritarie

Previsioni tecnologiche che Airi elabora grazie al contributo delle imprese e degli enti di ricerca associati, in collaborazione con qualificati partner pubblici e privati.

Tecnologie Abilitanti

L’impegno profuso da Airi per favorire lo sviluppo in Italia delle Tecnologie Abilitanti e delle loro applicazioni.

SISTEMA NAZIONALE DELLA R&S

Collaborazione pubblico – privato lungo la catena del valore dalla ricerca al mercato

MODELLO INDUSTRIA 4.0

Definizione di una strategia nazionale in relazione all’avvento del modello Industria 4.0

SISTEMA EUROPEO DELLA R&S

Partecipazione e contributo della ricerca industriale nazionale alla programmazione europea

RAPPORTI ISTITUZIONALI

Politiche, agevolazioni e incentivi per la ricerca e sviluppo in Italia

RESPONSABILITà NELLA R&S

Principi guida elaborati da Airi per la responsabilità nel sistema nazionale della R&S pubblica e privata, attraverso la costituzione di Tavoli Tecnici con attori del Sistema R&D.

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su news, eventi e attività di Airi

Il Consuntivo annuale

Le attività svolte dall’Associazione Italiana per la Ricerca Industriale

Diventa socio

Scopri i vantaggi e i servizi riservati ai Soci Airi

Il 5×1000 per Airi

Airi è presente nell’elenco degli Enti della ricerca scientifica e dell’università che possono beneficiare del 5 per mille