Circolare dell’Agenzia delle Entrate sul Patent Box

Emessa la circolare 11E-2016 dell’Agenzia Entrate che fornisce chiarimenti in merito al regime Patent Box, previsto in Legge di stabilità 2015, che agevola i redditi derivanti dall’utilizzo dei beni immateriali output dalla ricerca. La circolare guarda all’approccio Ocse per il calcolo del beneficio attraverso l’applicazione della “nexus ratio” ovvero il rapporto tra costi qualificati e costi complessivi (al momento senza distinguere ciascun bene immateriale).

Andando ad agevolare gli effettivi risultati della ricerca, solo i costi per ricerche fondamentali che hanno prodotto ricerca applicata (e beni immateriali), sono considerati ammissibili per il calcolo del nexus ratio.

Particolarmente importante il chiarimento sul riconoscimento del know-how tra i beni immateriali agevolabili, per dimostrare l’esistenza del quale l’Agenzia richiede condizioni specifiche (sostanziali, tecnici e tutela della segretezza/esclusività). Esso deve essere caratterizzato dalla capacità di apportare un valore economico aggiuntivo ed esclusivo per l’impresa che fa innovazione.

Circolare dell’Agenzia delle Entrate, 7 aprile 2016 11E

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi