Ocse. Bilancia dei pagamenti della tecnologia italiana: calano i saldi 2013 e 2014

L’Ocse registra per l’Italia nel 2013 una riduzione del saldo con un risultato di 125 milioni di dollari, dovuto al maggiore aumento delle acquisizioni di tecnologia dall’estero rispetto alle esportazioni.

Dopo il netto miglioramento del saldo italiano in scambi di tecnologia nel 2012, dopo un quadriennio a saldo negativo, i pagamenti per circa 14 miliardi di dollari del 2013 sono destinati ad aumentare nelle previsioni 2014 che stimano un saldo nuovamente in negativo di 1 miliardo.

Stando ai dati della Banca d’Italia, espressi in euro e adeguati ai tassi di cambio, il saldo 2013 vede avanzi significativi soprattutto nelle esportazioni di ricerca e sviluppo (saldo di 1.7 miliardi di euro). A trainare il surplus è il manifatturiero con un risultato pari a 1,9 miliardi di euro, particolarmente il settore trasporti, computer e farmaceutica. E’ in negativo, invece, lo scambio di licenze, marchi, modelli e disegni (-887 milioni) dove il sistema produttivo si conferma maggiormente protettivo con maggiori acquisizioni rispetto alle vendite all’estero.

Fonte: OECD, BANCA D’ITALIA;

R&S Dati Statistici

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi