Outsourcing nel 2013: le imprese preferiscono affidare la R&S ad altre imprese all’estero

E’ poco superiore a 1.8 miliardi di euro la spesa in outsourcing per attività di ricerca delle imprese italiane nel 2013. Un dato in flessione del 9% sull’anno precedente (2 miliardi) che conferma una tendenza al ribasso con luci e ombre. Rispetto alla spesa intra-muros che è svolta in azienda, nel 2013 l’outsourcing rappresenta il 16%, era il 23% nel 2011.
I dati forniti per gentile concessione ISTAT ad AIRI, mostrano che sull’anno precedente sono diminuite soprattutto le spese affidate dalle imprese ad altre imprese dello stesso gruppo, estere (-22%) e italiane (-18%). Le imprese si orientano invece sull’affidamento della R&S soprattutto ad aziende estere non collegate al gruppo (+13%).
Contratte anche le commesse affidate a centri di ricerca privati (-17%) e pubblici (-4%), mentre si registra un aumento di commesse per l’Università (+7%).

Il fenomeno di esternalizzazione della R&S verso altre imprese estere è spinto dal manifatturiero con un aumento del 13% mentre il maggiore affidamento alle Università è indotto soprattutto dal settore dell’informatica e telecomunicazioni (+77%).

Maggiori informazioni: AIRI / R&S Dati – Statistiche della ricerca e sviluppo

Fonte: dati ISTAT, forniti direttamente ad AIRI per il settore imprese.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi