Decreto Miur: Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica (FIRST)

Pubblicato dal MIUR il Decreto 19 febbraio 2013 che disciplina le modalità di utilizzo e gestione del Fondo FIRST per gli interventi diretti al sostegno delle attività di ricerca fondamentale nonché di ricerca industriale, estese a non preponderanti processi di sviluppo sperimentale, e delle connesse attività di formazione per la valorizzazione del capitale umano.

Gli specifici interventi, eventuali settori e aree tecnologiche di intervento, nonché le complessive disponibilità del FIRST, vengono annualmente ripartite con decreto del Ministro della Ricerca di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze,

Tali disponibilità del FIRST sono alimentate in base alla legge di stabilità per via ordinaria, dai rientri, e, per quanto riguarda le aree sottoutilizzate, dalle risorse assegnate dal CIPE; la quota di stanziamento annualmente destinata alla concessione di contributi nella forma di credito agevolato è destinata ad alimentare la contabilità speciale del fondo di rotazione del Fondo agevolazioni alla ricerca (FAR).

Il presente Decreto individua le linee di intervento stabilite nel decreto-legge n. 93 del 2012 (Art. 60, comma 4):

a) linea di intervento 1: ricerca fondamentale, ricerca industriale e interventi integrati di R&S sperimentale, formazione, trasferimento tecnologico, aggregazioni tecnologiche;
b) linea di intervento 2: appalti pre-commerciali di ricerca e sviluppo sperimentale, anche con interventi cofinanziati da pubbliche amministrazioni, in risposta a esigenze di particolare rilevanza sociale;
c) linea di intervento 3: interventi di innovazione sociale prioritariamente proposti da giovani;
d) linea di intervento 4: interventi di ricerca fondamentale o di ricerca industriale inseriti in programmi internazionali o comunitari.

Per quanto riguarda i principali costi ammissibili: spese di personale, per quota parte strumenti e attrezzature, fabbricati e dei terreni, costi della ricerca contrattuale, spese generali nella misura forfettaria del 60 per cento del personale.

Le misure degli interventi di sostegno sono fissate nei singoli avvisi, secondo percentuali di intervento compatibili con i limiti al riguardo previsti dalla disciplina comunitaria in tema di aiuti di Stato alla ricerca, sviluppo e innovazione, e secondo le forme del contribuito alla spesa, del credito agevolato, del credito di imposta, anche eventualmente coordinate tra loro.

(GU n.122 del 27-5-2013)

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi