Associazione Italiana per la Ricerca Industriale

SATORI: Stakeholders Acting Together On the ethical impact assessment of Research and Innovation

Etica nella ricerca ed innovazione: un modello comune Europeo da condividere a livello globale

E’ iniziato a gennaio 2014 il progetto SATORI, finanziato dalla Unione Europea nell’ambito del programma Scienza nella Società (SiS).  Obiettivo di SATORI è la messa a punto di un modello comune Europeo per la valutazione etica della Ricerca scientifica e della Innovazione tecnologica (R&I). La R&I gioca un ruolo crescente nello sviluppo economico a livello globale e la valutazione etica è uno strumento indispensabile per garantire uno sviluppo responsabile e sostenibile.

Basandosi su una analisi approfondita ed attraverso un processo partecipativo che si protrarrà per 45 mesi coinvolgendo tutti gli stakeholders più rilevanti ed il pubblico, SATORI si propone di consolidare e promuovere le procedure e metodologie perseguite in Europa per la valutazione dell’impatto etico-sociale della Ricerca e Innovazione, in modo che esse possano essere di ispirazione/adottate a livello globale.

 SATORI è l’acronimo di: “Stakeholders Acting Together On the ethical impact assessment of Research and Innovation” e vede la partecipazione di 16 partners provenienti da 13 paesi europei, inclusa l’organizzazione intergovernativa UNESCO. Da parte italiana sono presenti, Ericsson Telecomunicazioni e l’Associazione Italiana per La Ricerca Industriale.

Per la definizione di un quadro di riferimento comune di principi e procedure fondamentali per la valutazione etica della R&I, SATORI punta a sviluppare un modello che sia sostenuto e condiviso da tutti attori (stakeholders) coinvolti nella definizione ed applicazione di tali principi e delle relative normative.

I principali stakeholders coinvolti sono scienziati, regolatori, rappresentanti dell’industria, della società civile, di organismi pubblici, dei comitati etici dei Paesi Membri, degli organismi internazionali ed altri stakeholders della società, inclusa la gente comune.

L’attività del progetto si sviluppa attraverso una serie di azioni successive, partendo dalla mappatura delle procedure e dei principi usati nella valutazione etica, dei progetti sul tema in corso a livello Europeo, nazionale e regionale e dalla individuazione dei principali stakeholders coinvolti nel processo.  Verrà anche esplorato come la globalizzazione agisca in questo ambito e se e in che misura, vi sia un impegno per una R&I responsabile al di fuori dell’Europa al fine di tener conto di procedure etiche piu’ articolate.

Fine ultimo del progetto è quello di definire un modello per la valutazione etica (“ethical assessment framework”), che includa anche indicazioni per una roadmap ed una analisi rischi–benefici per la sua realizzazione. Verrà inoltre studiata la possibilità di inserire procedure ed approcci derivati da tale modello nell’ambito di standards a carattere nazionale ed internazionale.

“Obiettivo di SATORI è quello di realizzare, per la prima volta, un modello Europeo per la valutazione etica della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica. Tale esigenza  è sempre più importante considerato il crescente impatto che Ricerca e innovazione  possono avere sulla società, su aspetti quali i diritti umani, l’ambiente, la giustizia, il benessere o la privacy” afferma Philippe Brey, Professore presso l’Università di Twente (Olanda) e coordinatore di SATORI.

Lungo tutta la durata del progetto è prevista la pubblicazione di rapporti, newsletters e articoli, e la presentazione di attività e risultati a conferenze e workshops.

Satori è coordinato dalla University of Twente (NL) e vede la partecipazione di 17 partners provenienti da 13 paesi europei:

  1. University of Twente (NL)
  2. De Montfort University (UK)
  3. Trilateral Research & Consulting (UK)
  4. Danish Board of Technology Foundation (DK)
  5. Serbian Center for the Promotion of Science (RS)
  6. European Union of Science Journalists’ Association (EUSJA)
  7. Helsinki Foundation for Human Rights (PL)
  8. Italian Association for Industrial Research (IT)
  9. VTT Technical Research Centre of Finland (FI)
  10. Institute of Health Carlos III (Spain)
  11. Scientific Research Centre of the Slovenian Academy of Sciencas and Arts (Slovenia)
  12. UNESCO
  13. Centre for Applied Ethics (SE)
  14. Ericsson Telecomunicazioni (IT)
  15. Secretariat of the Austrian Bioethics Commission (AU)
  16. Dansk Standard (DK)
  17. NEN (NL)

I due partner Italiani coinvolti, Ericcson Telecomunicazioni e Associazione Italiana per la Ricerca Industriale, hanno in primo luogo il compito di rappresentare e promuovere il punto di vista del mondo industriale, per comprendere e valorizzare come l’attenzione agli aspetti etico – sociali della R&I possa integrarsi al meglio con le strategie di sviluppo industriali.

Press release in inglese (SATORI Press release)

Maggiori informazioni : www.satoriproject.eu.