NANOTOX: “Evaluate Safety of Commercial Nanosilver Particles”

Valutare la sicurezza del nanoargento per applicazioni antibatteriche

E’ attivo dal 2012 e si concluderà a fine 2014 il progetto Nanotox, parzialmente finanziato da bandi della Fondazione Cariplo e dedicato all’analisi degli scenari applicativi e dell’impatto sulla salute del nanoargento (NP-Ag). 

Le principali fasi di attività, a carattere sia sperimentale sia di analisi documentale, sono:

  1. Analisi delle applicazioni attuale e potenziali di NP-Ag, con particolare riferimento al tessuto industriale lombardo.
  2. Analisi delle normative, protocolli  e standards dedicati al NP-Ag.
  3. Preparazione e caratterizzazione di NP-Ag mediante lo stato dell’arte dei protocolli oggi disponibili, anche attraverso tecniche assolutamente innovative (quali lo Static Scattering, che permette una misura quantitativa della concentrazione di NP-Ag in soluzione).
  4. Analisi in vitro ed in in vivo della biodistribuzione delle NP-Ag in differenti organi, valutazione della tossicità acuta e cronica delle NP-Ag (in modelli murini)
  5. Studio degli effetti delle NP-Ag sul sistema nervoso centrale, mediante metodologie e tecniche specifiche del progetto.
  6. La pubblicazione e disseminazione dei risultati del progetto.

AIRI è coinvolta nelle fasi 1, 2 e 6.  I primi risultati verranno pubblicati a breve. E’ inoltre prevista l’organizzazione di un workshop internazionale conclusivo, a fine 2014.

Il progetto è coordinato da CIMAINA- Università di Milano e vede la partecipazione di 4 partners nazionali:

  1. Interdisciplinary Centre for Nanostructured Materials and Interfaces (CIMaINa), Università di Milano
    • Dip. di farmacologia, chemioterapia e tossicologia, Università di Milano
    • Dip di patologia animale, salute ed igene veterinaria, Università di Milano
  2. Fondazione Humanitas
  3. Fondazione Filarete
  4. Associazione Italiana per la Ricerca Industriale

 


Notizie recenti dall'Associazione